misure-parete

Prendere le misure per progettare una libreria a scaffali

Dopo aver scelto materiali, colori, tipologia e dimensioni della nostra libreria a scaffali da comprare on line, per completare il progetto non rimane che procedere con la misurazione accurata dello spazio disponibile, perché misure sbagliate o poco precise potrebbero creare problemi durante il montaggio della libreria, specialmente se va inserita in una nicchia.
Per fare questo dobbiamo quindi dotarci di uno strumento di misurazione: un metro a nastro o di legno possono andare bene, ma meglio sarebbe ricorrere ad uno strumento più preciso possibile come un misuratore laser.

Misurare lo spazio a disposizione

Bisogna considerare che anche in case nuove o appena ristrutturate, pareti, soffitti e pavimenti presentano molto spesso delle imperfezioni. È quindi importante procedere con misurazioni molto attente da prendere in più punti, così da tenere come riferimento il valore più basso tra quelli rilevati.
Quando progettiamo una libreria componibile a tutta altezza questo ci serve per determinare l’altezza del mobile stesso, e per tener presente che in fase di montaggio dovremo poter disporre di qualche centimetro di “agio” per l’assemblaggio dell’ultimo ripiano.
Ricordiamoci inoltre che le librerie componibili sono sempre dotate di un piedino livellatore che consente di aggiustare di qualche millimetro la “messa in bolla” per far si che lo scaffale risulti esattamente in piano.
La stesso ragionamento vale per la larghezza nel caso di una libreria a scaffali di dimensioni molto vicine alla lunghezza totale della parete. Le misure riferite alla profondità invece sono importanti per evitare che la libreria possa interferire per esempio con l’apertura di porte o serramenti.

La posizione di elementi tecnici e architettonici

Quando arrediamo una parete con un mobile libreria corriamo sempre il rischio di coprire e rendere inutilizzabili prese di corrente, interruttori o punti luce presenti sulle pareti di casa. Prendere le misure della loro posizione sulla parete ci permette di tenerne conto nel progettare una libreria e di creare una composizione che non interferisca ma anzi ne permetta l’utilizzo.
Una certa attenzione va posta anche agli elementi architettonici come i cassoni delle tapparelle, i termosifoni o gli split dei condizionatori che, se non opportunamente considerati, potrebbero interferire con la struttura o con l’apertura di ante e cassetti.
E poi lo zoccolino: se è di legno è sempre possibile rimuoverlo, se invece è di materiale ceramico o marmoreo andrà tenuto in considerazione sia in larghezza che in profondità.

Nel caso in cui stiamo progettando una libreria in nicchia ecco qualche consiglio in più!