Come progettare una libreria componibile da soli? (parte 1)

Dopo qualche consiglio per scegliere la libreria, vediamo ora cosa serve per progettare una libreria componibile da adattare alle misure dell’arredamento di casa e realizzare così un’idea che ci soddisfi sia sotto il profilo estetico che pratico.

Le librerie componibili moderne sono perfette per l’organizzazione di casa e ufficio. La grande versatilità, come la possibilità di chiudere i vani con ante, di inserire cassetti o creare spazi per il televisore, rende questo tipo di mobile libreria un elemento imprescindibile dell’arredamento.

Dove mettere la libreria

Quale stanza dobbiamo arredare? Quanto è grande l’ambiente che ospiterà il nostro mobile? La libreria si svilupperà lungo un muro intero o sarà piuttosto una parete divisoria per dividere una stanza più grande? Stabilire lo spazio da dedicare alla libreria è il punto di partenza per progettare una libreria componibile.
Non dimentichiamo di considerare anche le caratteristiche del locale che andremo ad arredare: luminosità, materiali e colori di pavimento, pareti e serramenti contribuiscono infatti alla scelta del materiale e del colore della libreria. Laccato, legno, nobilitato, acciaio, colori naturali, chiari, scuri, tenui oppure toni vivaci… le combinazioni sono moltissime!
Con un colore simile o in tono con la parete otterremo un mobile che “scompare” sulla parete stessa, con un colore contrastante invece la libreria diventerà un vero e proprio elemento d’arredo.

Quali dimensioni avrà la libreria?

Ciò che determina le dimensioni di una libreria componibile è lo spazio necessario per riporre tutto quello che ci serve. Per stabilire la larghezza della libreria e il numero di ripiani necessari possiamo ricorrere ad un piccolo trucco.
Consideriamo per i ripiani una profondità media di 30/40 cm e per i vani un’altezza media di 30 cm: seguendo questi valori, disponiamo in fila tutto ciò che dovrà trovare posto sui ripiani (anche all’interno di eventuali ante) così da ottenere un dato espresso in metri lineari.
Ecco un esempio: per contenere 10 metri lineari possiamo progettare una libreria componibile larga 2 metri e alta 1 metro e 80 circa (5 ripiani più il top di chiusura), oppure una larga 3 metri e  alta 1 metro circa (3 ripiani più il top di chiusura).
Questa operazione è certamente più semplice quando di debba sostituire una vecchia libreria a scaffali, ma poiché non è un metodo scientifico, può essere utilizzato come riferimento anche in fase di progettazione.

Che tipo di libreria?

Librerie a giorno, librerie bifacciali, librerie contenitore, librerie con vano TV, librerie con piano scrittoio, librerie salvaspazio, librerie a ponte, librerie appese
Esistono molti tipi di librerie componibili, ognuna con caratteristiche adatte ad arredare ambienti diversi e rispondere a esigenze differenti. Per approfondimenti consultare gli articoli Arredamento per la casa: modelli di libreria moderne e quelli sulle caratteristiche delle diverse tipologie di libreria.

Consigli

Le finiture laccate, le essenze di legno e il nobilitato tipo legno si addicono in particolare ad ambienti come il soggiorno, la camera da letto o anche l’ufficio.
Per le camerette dei ragazzi invece si consigliano materiali robusti come il nobilitato che solitamente possono essere realizzati anche in colori vivaci.
In caso di locali già arredati si raccomanda di tenere in considerazione anche gli arredi già presenti così da ottenere un abbinamento piacevole.

Continua…